Dadda e Rutigliano rimangono i più forti all’Oasi

Questo articolo è presentato da:

Li avevamo già visti vincitori e anche quest’anno hanno mantenuto il loro primato sul veloce dell’Oasi di Fuori Milano. Stiamo parlando di Davide Dadda del Selva Alta Vigevano ed Elena Rutigliano tesserata per lo Sporting Milano 3.

Nella gara maschile, 117 i partecipanti, che il giudice arbitro Eugenio Ventura ha distribuito in 5 tabelloni.

Dadda era testa di serie numero 1, ma i favori del pronostico se li è dovuti proprio sudare. Davide infatti ha combattuto e vinto 6/7 6/4 10/5 contro il 2.7 Tommaso Bonazzi nei quarti; poi ha portato a casa il match della semifinale al super tie-break contro il 3.1 sorpresa del torneo Marco Berti, 7/6 4/6 10/8 lo score. Infine Dadda ha vinto la finale, comunque lottatissima, 7/6 6/4 contro il 2.6 cremonese Giulio Siri.

Nel tabellone finale di terza hanno fatto bene Giovanni Battista Olivero (3.1), Luca Tacchella (3.1), Lorenzo Paolini (3.2), Marco Berti (3.1), Federico Danova (3.2), tutti qualificati al tabellone dei seconda categoria.

Nel tabellone intermedio di terza si sono distinti il giovane under Giovanni Boi (che lotta!!!! vinta 4/6 7/6 11/9 contro Andrea Cabrini), Gabriele Stranci, Lorenzo Cuore, Riccardo Colasuonno (anche qui match epico vinto 5/7 6/4 10/5 contro Matteo Longo).

Nella gara femminile, 36 le atlete disposte in 4 tabelloni. Qui Elena Rutigliano si è imposta in maniera netta senza mai perdere un set. Il suo cammino alla vittoria si è così sviluppato: 6/1 6/1 alla giovane piacentina Sabina Hasancic (2.8), 6/4 6/1 contro Jennifer Scurtu (2.7), e poi in finale in match più equilibrato vinto 7/6 6/1 contro Miriana Marelli (2.7).

Il torneo dell’Oasi è stato già il secondo appuntamento del 2021 nella città di Ferrera Erbognone che, a marzo, ha già in calendario un altra manifestazione con la stessa formula: lim. 2.4 SM-SF. Le iscrizioni sono già aperte a portale FIT. Nella pagina del calendario tornei del tennispavese troverete comodamente il link diretto per iscrivervi.

Condividi questo articolo con i tuoi Social

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on email
Email

Lascia un commento