Odissea di un torneo Rodeo di 4ª categoria

Questo articolo è presentato da:

campirobbio2015

Il Tennis Club Robbio riceve il 16 febbraio 2015 l’autorizzazione del torneo Rodeo di 4ª categoria maschile del 7-8 marzo con la decurtazione del campo in terra rossa e con 20 il numero massimo degli iscritti come sotto riportato:

Preoccupato telefono al F.U.P. Antonio Gianfreda che è stato designato anche come Giudice Arbitro e mi dice di chiamare per delucidazioni il F.U.R. Sig. Ferrari. Quindi telefono in Comitato Regionale Lombardo e mi faccio passare il sig. Ferrari il quale alle mie richieste mi dice che lui non centra niente e che ha solo avallato le decisioni del sig. Schmidinger. Ma chi è costui?
Chiedo come devo fare a contattare questo sig. Schmidinger perché mi dicono è residente a Como e mi viene dato un numero di cellulare. Dopo diverse chiamate con esito negativo mi chiama il sig. Schmidinger e mi chiede chi sono perché non conosce questo nr. di cellulare. Mi presento e chiedo lumi sul perché mi è stato tolto il campo in terra rossa e lasciato solo il campo in sportflex e limitato il numero degli iscritti da 40 a 20. Mi risponde che non è possibile avere una così eccessiva diversità tra superfici: per esempio se c’era un campo in resina e uno in play-it potevano ancora andare bene ma un campo in terra e uno in sportflex erano troppo diversi e si andava contro il regolamento. Al mio ribadire che sui due campi avevamo già fatto almeno venti Tornei Rodeo, Coppe Comitato e Coppe Affiliati, mi risponde che mi avrebbe dato una risposta all’indomani.
Il giorno dopo ricevo una telefonata dal sig. Bernini (Ex F.U.P.) che mi dice che è stato incaricato dal sig. Schmidinger di chiamarmi e (siccome conosce meglio di lui la realtà della Lomellina), di dirmi che non era possibile darmi l’autorizzazione sui due campi perché il campo in terra non era omologato perché più basso dello sportflex. Ma come: dico io, è dal 2000 che paghiamo i due campi omologati e poi le coperture della ditta Poletti sono perfettamente uguali come si vede in foto:

campi-robbio
Il giorno dopo telefono al sig. Schmidinger e chiedo come si era permesso di farmi chiamare dal sig. Bernini e di farmi dire che il campo in terra non era omologato perché più basso di quello in sportflex , ma chi gliel’aveva detto? Superato il problema chiedo qual è la decisione definitiva specificando che non posso fare un torneo con 20 iscritti avendo pagato la quota d’iscrizione di 120,00 €, e dovendo pagare il giudice arbitro, le palline, i premi (Coppe), la luce e il riscaldamento.
La risposta è faccia quello che vuole io non le posso dare l’autorizzazione ad utilizzare i 2 campi perché è contro il regolamento. Rispondo specificando che si tratta di un RODEO DI 4ª CATEGORIA E NON DELL’AUSTRALIAN OPEN E CHE SI POTREBBE UTILIZZARE DI PIÙ IL BUON SENSO. Come ultima cosa chiedo cosa devo fare per annullare i 2 tornei e la risposta è di mandare una mail al Comitato Regionale Lombardo chiedendo l’annullamento. Cosa che è stata fatta….
Dopo tutta questa Odissea sono senza parole….
g. brindisi

Condividi questo articolo con i tuoi Social

WhatsApp
Facebook
Email

4 risposte

  1. Ci fosse stato uno ( FUP o altro) che avesse sollevato il c..o e verificato, sostenuto il problema !!!!!
    In Lombardia la situazione dirigenziale FIT è di livello scandaloso.

  2. Il tennispavese, chiaramente come soggetto al di sopra delle parti, per chiarire le competenze dei soggetti che rappresentano la federazione sul territorio si è informato e di seguito le elenca:
    – Delegato provinciale – cura i rapporti con i circoli sul territorio provinciale e non ha competenze sul rilascio di approvazioni per i tornei
    – FUP – responsabile ufficiali di gara (giudici arbitri e arbitri)
    – Comitato Regionale – approvazione dei tornei attraverso il personale incaricato
    – Circolo – compila un modulo e lo inoltra personalmente al Comitato Regionale per l’approvazione che viene rilasciata direttamente dallo stesso Comitato Regionale

  3. Brindisi, ti consiglio i tornei we, su un campo solo,
    a Pavia abbiamo avuto un riscontro positivo con le adesioni..

  4. Non entro nel merito del caso esposto, ma concordo che sarebbe auspicabile siano organizzati molti più tornei we e meno rodeo.
    Il torneo we è una buonissima formula molto utilizzata in Piemonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Novità!!! L'App di TennisPavese

Installa
×