Alla carica dei quasi 101 del CC Voghera vince Turco

Nella foto da sinistra: il giudice arbitro Pino Perrone, il vincitore Andrea Turco, il finalista Giulio Colacioppo, il presidente del circolo Patrizia Rana.

Questo articolo è presentato da:

Come da titolo, il torneo Open organizzato dal Country Club Voghera è stato il palcoscenico di 100 giocatori che, a partire dalla categoria 3.4, hanno potuto partecipare nelle due settimane previste.

La finalissima è stata giocata tra le due prime teste di serie i 2.3 Giulio Colacioppo e Andrea Turco.

Colacioppo insignito della TDS numero 1, è tesserato per CT Lanciano ma si è trasferito e si allena qui in lombardia. Turco TDS numero 2 è invece originario di Mondovì (CN) ma portacolori del Tennis Club Verde Lauro Fiorito di Rivalta di Torino.

La finale è stata un icona del detto “Il tennis l’ha inventato il diavolo” e vi raccontiamo il perchè. Dopo un primo set in cui Colacioppo è partito molto bene portandosi sul 5/2 per poi chiudere 6/4, il secondo set è stato sempre lottatissimo e il equilibrio fino al 5/4 per Giulio. Qui due match point a suo favore. Uno annullato con coraggio da Turco, dopo una sua discesa a rete e un passante di rovescio di Colacioppo uscito di non molto, e uno che ha visto rompere le corde di Giulio sul servizio con conseguente punto perso sul primo palleggio. Qui Turco, mettendo il pilota automatico, non sbagliava più niente e concludeva 7/5 il secondo set e 6/0 il terzo dopo che Colacioppo, a causa di un problema muscolare e a terra moralmente per la situazione, non vinceva più un game.

Vittoria quindi per il piemontese Andrea Turco che nei turni precedenti aveva sconfitto 6/0 6/0 Filippo Botti (2.5) e in semi 6/2 7/5 Simone Camposeo (2.4). Altro semifinalista Andrea Cardella (2.4) che con Colapioppo si è ben comportato cedendo solo per 6/2 7/6.

I migliori piazzamenti pavesi sono stati quindi del selvino Simone Camposeo e di Alessandro Valletta under 18 della Motonautica. Alessandro, in particolare, è stato autore di uno splendido torneo con ben 7 partite giocate in altrettanti giorni consecutivi e i quarti di finale raggiunti, persi contro il “fresco” 2.4 Andrea Cardella.

Alessandro Valletta tra i migliori del torneo

Nel tabellone intermedio degni di nota e qualificati per il finale Lorenzo Zacconi (2.7), con la sua grandissima fantasia e capacità di variare il gioco, Alessandro Valletta, con la sua grinta, sportività e resistenza fisica nell’affrontare così tanti match, Pietro Fanzaghi (2.7) che con Luca Tacchella ha messo in scena uno dei migliori incontri del torneo dal punto di vista agonistico, Alessandro Cassiani (2.6), bravissimo a vincere al terzo una partita non facile contro Giovanni Vitali.

Il torneo ha avuto anche la conclusione del tabellone di terza vinto da Mattia Caronelli 6/1 7/5 su Francesco Russo, quest’ultimo con con un percorso sicuramente più complicato: 6/4 7/5 al maestro Marco Debiaggi e 6/1 3/6 10/7 a Mattia Girani negli incontri precedenti alla finale.

Tra i match per l’altissima qualità di gioco espressa citiamo inoltre Simone Camposeo vs Federico Negrello (2.5) 2/6 6/2 6/4, Alessandro Valletta vs Massimiliano De Pasquale (2.4) 4/6 6/2 6/4.

In premiazione il presidente del circolo Patrizia Rana ha lodato i finalisti e ringraziato per la conduzione del torneo il giudice arbitro Pino Perrone, sempre presente e molto soddisfatto per lo svolgimento del torneo, e il giudice di sedia De Peppo che ha arbitrato la finale.

Condividi questo articolo con i tuoi Social

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on email
Email

Lascia un commento