AL TENNIS GARBIN INTITOLATO IL CAMPO UNO A TITTI BETTAGLIO

Questo articolo è presentato da:

Era il 4 aprile del 2015, quando Luigi Bettaglio, Titti per gli amici, ci lasciò mentre stava giocando l’ultima partita di tennis.

Il circolo Tennis Garbin di Voghera, diretto da Patrizia Cogo, accogliendo il sentimento di tanti amici ed appassionati del nostro sport, ha voluto rendere perenne il Suo ricordo intitolando il campo uno a Luigi Bettaglio, con una breve ed intensa cerimonia che si è svolta venerdì 28 maggio alla presenza dei familiari e degli amici più stretti che si sono raccolti per onorare la Sua memoria.

Paolo Nicola direttore sportivo del circolo, promotore dell’iniziativa, ha introdotto la cerimonia di intitolazione del Campo Uno alla memoria di Luigi “Titti” Bettaglio con un accorato ed intenso discorso.

“Parlare di Luigi “Titti” Bettaglio, qui, è un compito molto facile perché chiunque sia nato e cresciuto in Oltrepò, con la passione per il tennis, quasi certamente conosce Luigi Bettaglio, o per averlo fronteggiato in campo o per aver assistito a qualche suo incontro o ancora per aver ascoltato qualche racconto che lo ha visto protagonista. Posso dire molto semplicemente che Luigi è stato il miglior giocatore di tennis del nostro territorio. Ha raggiunto il vertice della seconda categoria ( la classifica di -4/6 ) nel periodo tra la metà degli anni sessanta e i primi anni settanta, un epoca in cui la rete come la conosciamo oggi, non esisteva, il mondo dei computer stava muovendo i primi passi e chi doveva decidere promozioni e retrocessioni dei giocatori lo faceva a mano su un foglio di carta: ebbene io penso che se quel qualcuno avesse fatto i conti con più attenzione, Luigi non sarebbe solo stato per diversi anni un giocatore di vertice della seconda categoria ma avrebbe potuto essere accreditato tra i prima categoria perlomeno nel 1970 e nel 1971. La carriera tennistica di Luigi non si fermò al periodo giovanile ma proseguì negli anni successivi, con la partecipazione a gare individuali e a squadre, cogliendo numerosi e importanti successi tra cui voglio ricordare la Coppa Facchinetti e la vittoria nel campionato nazionale a squadre Over 45 conseguito nel 1987. Mi capita spesso di parlare di lui con giocatori veterani del Circuito Itf Seniors Tour che lo hanno affrontato e frequentato e quel che ne “esce” non è solo l’aspetto prettamente tennistico, la sua bravura tecnica e tattica, la sua forza agonistica ma anche il lato umano, con l’unanime riconoscimento di grandi doti di simpatia, di eleganza nei modi e nei gesti e di grande intelligenza. Chi vi parla lo ha visto danzare leggero sul campo, nonostante gli anni non più verdi, colpire la palla con il suo proverbiale rovescio in avanzamento, arrivare a metà campo, giocare una voleè di piazzamento, scendere a rete e chiudere con uno smash vincente. Purtroppo quella è stata l’ultima volta, era il 4 aprile 2015, la vigilia di Pasqua. Sono certo che Luigi ci abbia lasciato mentre stava facendo quello che più amava, giocare a tennis. Quello che è il nostro pensiero di lui, lo abbiamo “traslato” all’incisore e ne è scaturita una targa che ora vi leggo: Questo campo è dedicato alla memoria di Titti Bettaglio il miglior giocatore a cui il nostro territorio abbia mai dato i natali, persona dai modi gentili e dall’intelligenza disarmante.”

Al Tennis Garbin volgendo gli occhi al cielo vicino al campo uno, si potrà sempre rinnovare ad perpetuum il ricordo di un grande tennista e di un grande uomo.

Di seguito le foto scattate durante la cerimonia di intitolazione del campo che è stata anche un occasione per la premiazione del torneo sociale:

Condividi questo articolo con i tuoi Social

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on email
Email

Lascia un commento